Pubblicato il 02/03/2024 da alnao nella categoria Wordpress

Come visto nel precedente articolo e come descritto nella documentazione ufficiale, un tema WordPress è formato da tre files base ma questi sono sufficienti solo a creare una prima pagina, per attivare tutte le funzionalità del framework come gli articoli e le pagine, un tema ha bisogno files specifici per la visualizzazione e la gestione dei componenti. In questo articolo è necessario l’utilizzo del linguaggio PHP per lo sviluppo di componenti necessari: il framework mette a disposizione diverse funzionalità descritte nella documentazione ufficiale, il programmatore del tema deve implementare una serie di files base che devono rispettare una gerarchia prefissata:

I files principali obbligatori ed indispensabili per il funzionamento di un tema sono:

  • footer.php
  • functions.php
  • header.php
  • index.php
  • page.php
  • screenshot.png
  • sidebar.php
  • single.php
  • style.css

La lista completa dei files Php previsti dal framework è disponibile nel sito ufficiale, nella prima parte di questa guida sono stati introdotti il foglio di stile Css e allo screenshot parte dei files obbligatori, gli altri files vengono descritti in questa serie di articoli che presenterà un esempio di costruzione di un tema semplice con alcuni casi d’uso specifici.


Il primo file da gestire è il file index.php il quale descrive il funzionamento della pagina principale del sito, di default è sempre la prima pagina può anche essere l’unica presente. Un esempio funzionante può essere trovato nella documentazione ufficiale che presenta un esempi di codice:

<!DOCTYPE html>
<html>
  <head>
    <meta charset="<?php bloginfo( 'charset' ); ?>">
    <title><?php wp_title( '|', true, 'right' ); ?></title>
    <link rel="stylesheet" href="<?php echo esc_url( get_stylesheet_uri() ); ?>" type="text/css" />
    <?php wp_head(); ?>
  </head>
  <body>
    <?php get_header(); ?>
    <h1><?php bloginfo( 'name' ); ?></h1>
    <h2><?php bloginfo( 'description' ); ?></h2>
    <?php if ( have_posts() ) : while ( have_posts() ) : the_post(); ?>
      <h3><?php the_title(); ?></h3>
      <?php the_content(); ?>
      <?php wp_link_pages(); ?>
      <?php edit_post_link(); ?>
    <?php endwhile; ?>
    <?php if ( get_next_posts_link() ) {
      next_posts_link();
    } ?>
    <?php if ( get_previous_posts_link() ) {
       previous_posts_link();
    } ?>
    <?php else: ?>
      <p>No posts found. :(</p>
    <?php endif; ?>
    <?php get_sidebar(); ?>
    <?php get_footer(); ?>
  </body>
</html>

Da questo primo esempio di codice si può notare subito la presenta di alcune chiamate a metodi php messi a diposizione del framework di WordPress, i principali sono:

  • wp_title: metodo per il recupero dell’informazione del titolo del sito
  • get_stylesheet_uri: metodo il recupero dell’url “assoluto” del foglio stile style.css
  • wp_head: metodo per il recupero e la stampa del tag head definito dal tema
  • bloginfo: metodo per il recupero delle informazioni del sito come il nome e la descrizione
  • have_posts: metodo per la verifica della presenza di post da visualizzare
  • the_post e the_content: metodi per il recupero delle informazioni dei post, questi metodo vengono richiamati all’interno di un ciclo chiamato loop, verranno approfonditi in un articolo dedicato
  • edit_post_link: metodo per il recupero e la visualizzazione del link che punta da un articolo alla sua pagina amministrativa, ovviamente non viene visualizzato nulla se non è eseguita la login amministrativa
  • get_next_posts_link e get_previous_posts_link: metodo per il recupero e la visualizzaione dei link verso altri post rispetto a quelli visualizzati
  • get_header, get_sidebar e get_footer: metodi per la visualizzazione dei componenti header, sidebar e footer del tema, anche questi saranno approfonditi in un articolo dedicato

Si rimanda sempre alla documentazione ufficiale per maggiori dettagli.

MENU