Pubblicato il 09/04/2022 da alnao nella categoria AWS

Il servizio S3 permette nativamente di esporre in internet il contenuto di un bucket, questo sistema può essere usato per esporre un sito statico di soli file HTML. La configurazione del sito prevede due step: rendere pubblico il bucket e impostare l’hosting del sito pubblico.

Per rendere pubblico un bucket bisogna entrare nelle configurazione del bucket nel tab “Autorizzazioni” e premere il bottone modifica nel “Blocco dell’accesso pubblico”, con questa funzionalità è possibile abilitare o disabilitare l’accesso al contenuto del bucket in quanto di default è attiva l’opzione per bloccare qualunque accesso pubblico. Una volta abilitato l’acceso pubblico, sarà possibile accedere al bucket con tool o applicazioni interne ad AWS grazie all’indirizzo ARN visibile nel tab Proprietà.

La funzionalità di attivazione dell’hosting è dispobile nel tab “Proprietà” come ultima opzione nella pagina. La configurazione è molto semplice e prevede solo la scelta del tipo (statico o redirect), pagina di indicizzazione (index) ed eventualmente delle regole di forword facoltative. Una volta attivata la funzionalità sempre sulla vista Proprietà del bucket comparirà l’url del sito statico, nella forma

http://<nomeBucket>.s3-website-<ZoneAWS>.amazonaws.com/

Se provando ad accedere, si ottiene un errore 403 per mancate autorizzazioni, bisogna controllare le configurazioni del “Blocco dell’accesso pubblico”, perché attivando questa opzione, l’accesso sarà bloccato a tutti. Questo metodo è poco usato per un motivo molto importante: non è possibile, velocemente e dettagliatamente, configurare regole di accesso e/o regole di autorizzazione, per questo tipo di configurazioni bisogna usare il servizio AWS CloudFront introdotto nel prossimo articolo.